lA NATURA E SUOI COLORI

A cura della dott.ssa Ombretta Frezza

Un percorso espositivo che vede la presenza di tecniche e stili diversi ( pittura, fotografia, grafica) e che si pone come obiettivo quello di raccontare la natura attraverso i suoi molteplici aspetti. Attraverso il linguaggio universale dell’arte vogliamo lanciare un messaggio di sensibilizzazione nei confronti della natura che ci circonda, risvegliando anche un legame forte e indissolubile con gli artisti del passato, con una tradizione che affonda le sue radici lontane nel tempo, e che oggi vogliamo celebrare, creando un ponte ideale tra ciò che è stato e ciò che sarà il domani. Figurativo e astratto si faranno tasselli di un mosaico che racconterà le emozioni provate dagli artisti dinnanzi allo straordinario spettacolo che la natura ogni giorno sa regalarci.

GLI ARTISTI

alessandra calzavara

"Amare in silenzio...", cm 50×70, olio.

Breve biografia: sono nata a Treviso nel 1976, ho frequentato il liceo artistico e ho sempre disegnato e dipinto per passione. Ho frequentato successivamente il corso di restauro, sono un tecnico del restauro dei beni culturali, lavoro che amo.
L'amore per i colori credo si veda nelle mie opere, siano contrasti o sfumature, la mia passione sono i ritratti, che non sono semplici foto , ma raccontano una storia, una sensazione, un sentimento. Nei miei dipinti c'è quasi sempre la presenza di un cane, simbolo di fedeltà ed eterna amicizia, sentimenti che dovremmo fare nostri vivendoli come fanno loro, spontanei e felici con poco.


graziella bassetto

Opera su panello di recupero in scaglie di legno pressate( usato nell'edilizia), cm 63x98

Tecnica mista con pennelli e spatole. colori :acrilici ad acqua, maltina, pastelli ad olio...

Il mio Progetto artistico, le mie opere spesso polimateriche, sono il risultato di un processo che fonde Ricerca, Creatività e Innovazione, modellando e affinando varie tecniche con molteplici materiali, ottenendo così sempre nuove composizioni artistiche.

I vari materiali usati diventano vettori essenziali per comunicare al pubblico la propria calma o la propria inquietudine interiore, o per trasmettere la propria visione sul mondo.

E’ Fondamentale per me, produrre opere, dove si privilegia la ricerca e la sperimentazione di materiali , tecniche e colori, anche riciclando materiali di scarto quotidiani o reperibili in natura.

Il risultato artistico di un’opera finita deve essere capace di stupirmi e di scatenare in me l’inizio di una nuova ricerca espressiva, mentre in chi la osserva dovrebbe provocare curiosità, interesse, coinvolgimento, scoperta di emozioni sconosciute.


gio' ferrante

Nasce a Torino. Fin da bambina rivela una notevole predisposizione alla creatività, con spiccata attitudine al disegno. Dotata di intelligenza e fantasia, matura varie esperienze nel campo del lavoro e dell'arte. Nel 1974 si trasferisce la famiglia a Treviso e, qualche tempo dopo, riprende lo studio della pittura, in particolare dell'acquerello. Studia, sperimenta molte tecniche, frequenta i migliori artisti e il suo stile si evolve rapidamente: ' ...aW immediatezza e dalla sicurezza della pennellata corrisponde immediatezza e sicurezza nell'accurata scelta dei toni di colore. Alla trasparenza e allo splendore del disegno s unisce un ''luminescentismo" non accademico, ma intimamente persistente. Nei suoi acquerelli c'é un'aura viva e tonificante. Nessun artificio, nessuna sofisticarlo e  C'è un'anima delle cose, espressione pura del cuore che si apre alla scoperta della natura...'' 

 (Renato Borsotti, 1994)

ambrogio annelise

Annalise Ambrogio è nata in Toscana e dipinge da quando aveva quindici anni. Come tutti gli artisti è innamorata dell’arte. I suoi trasferimenti l'hanno influenzata nel modo didipingere. Ha abitato per due anni in Brasile, a Salvador de Bahia, dove ha tratto ispirazione per alcuni suoi dipinti. Diplomatasi al liceo artistico ha voluto affinare la tecnica pittorica ad olio con i Maestri Matteo Cosenza, Lino Epiphany ed in seguito con la maestra Sonia Ervas, da cui ha appreso varie tecniche riguardant il’astratto, conmixmedia, acrilico,ecc. Ha partecipato a corsi di calcografia e di nudo. È stata iscritta in associazioni artistiche come gli Artisti Trevigiani, La Nuova Figurazione, di cui è stata anche Vice Presidente, A a A (Associazione culturale d’arte e artigianato) e Olystic Art. Hapartecipato a molte mostre collettive con gli“ArtistiTrevigiani”; con L’accademia Pizzolon di Ponzano Veneto, all’Aquila, a Mestre, a Castelfranco. Ha fatto delle personali in Toscana e nel Veneto. L'artista ha partecipato alla Fiere d'arte di Padova, diParma, di Pordenone e a quella delle Dolomiti a Longarone. Ha Ha partecipato a collettive con Arte borgo gallerya Ca' dei Carraresi a Treviso e a Berlino e con Art Basel gallery a Barcellona. L'artista ha esposto anche a Milano e Venezia col professor Giorgio Gregorio Grasso. Ha partecipato a molti concorsi: a Cordignano, Castelfranco, Milano, Preganziol, Treviso, Salzano, ZeroBranco, etc. Ha insegnato pittura ad olio partendo dalle varie mescolanze dei colori, dal fondo e dallo studio delle varie sovrapposizioni nel paesaggio, con l'uso della spatola e dei pennelli,fino alla finitura del quadro. È iscritta tra gli artisti di Artepagine. net, nel catalogo"Arte e artisti contemporanei"e nell'Archivio Monografico dell'arte italiana"

Piera Maranzana

Piera Maranzana é in arte Petra in omaggio al mondo classico e latino. Nata a Torino dove vive fino al matrimonio. Trasferita per lavoro a Treviso, segue i corsi dei maestri Epifani, Russo, Ambrogio e Favotto. Ha fatto parte per vent'anni della Fucina del maestro Gianni Ambrogio. Ha partecipato ad un gran numero di mostre personali e collettive .


allestimento

allestimento

6.99

allestimento

allestimento

6.99

Lorem ipsum dolor

allestimento

6.99